domenica 12 aprile 2009

L'ultimo gioco in città (LE SCOMMESSE SONO CHIUSE)

XII — BLOW DOWN

argh.jpg

isawthelight.jpg

tornarepiccini.jpg

controcampo.jpg

Indovina da che film è tratta questa immagine e vinci 3 rullini fotografici. Mercoledì aggiungerò un altro snapsciott, ma mi toccherà usare uno dei rullini. Venerdì avrai una terza immagine e un rullino soltanto.
AGGIORNAMENTO (mercoledì 15 aprile): Hai visto la luce? Sì? Beato te. Spara un titolo, vinci due rullini, altrimenti Dio ti condannerà a essere meno di zero.
AGGIORNAMENTO (venerdì 17 aprile): Nuova immagine. Forse domani ce ne sarà un'altra, per il piacere dei grandi e soprattutto dei piccini. Nel frattempo anche la posta si riduce, come una pelle di zigrino: ti resta un rullino. Tanto fra poco non ci sarà più nulla da fotografare.
AGGIORNAMENTO (sabato 18 aprile): Resta meno di un giorno. Ho aggiunto una quarta foto. Se ancora non ci arrivi, sei un caso disperato e ti darò in pasto al gatto.
P.S.: Ti ricordo che le regole de L'ULTIMO GIOCO IN CITTÀ™ sono depositate presso il notaio Altamante Fruzzetti e possono essere consultate qui. Se credi nella modernità, comprati un apparecchio digitale.

La partita si è conclusa senza vincitori.
Il film da trovare era Radiazioni BX: distruzione uomo (The Incredible Shrinking Man, 1957), di Jack Arnold. È l'adattamento di un romanzo di Richard Matheson, già splendido di suo. A mio avviso appena superiore al libro, lo considero uno dei migliori film sulla condizione umana, e certamente il migliore sulla dimensione umana, con tutti i doppisensi che vuoi: ci stanno tutti, come i miliardi di atomi sulla punta di un ago.
Il countdown della prossima sfida infernale è già stato attivato da Dust sull'altro tavolo, oggi sono troppo stanco per aggiornare il blog, domani apparirà anche qui.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Appena tornato dai greenest meadows d'Irlanda. Stanco morto. Mooorto stanco. Solo per dire che la passeggiata nel parco sull'altra sponda del fiume genera un eterno ritorno. See ya.

pseudoalfano

Alt ha detto...

Infatti tra un parco e l'altro c'è continuità.
Curiosa la firma, proprio ieri scrivevo agli altri Grandi Antichi, notando che questo maiale può dire tranquillamente in tv quel che farebbe ai cosiddetti sciacalli, ma io non posso dire cosa farei al suddetto maiale, perché in quanto Presidente della terza Camera della Repubblica italiana lui è protetto dal lodo Alfano e io no.

Anonimo ha detto...

Peccato, mai visto il film e nemmeno letto il romanzo di Richard Matheson. Rimedierò.
Intanto – dalla seconda foto del tuo post – intuisco che la "dimensione umana" di cui scrivi sia quanto meno l'esatto opposto di questa:
http://www.repubblica.it/2006/08/gallerie/spettacoliecultura/risveglio-ortiggia/1.html

Bianca

Alt ha detto...

Esatto. Per me la foto risolutiva era l'ultima, ma per motivi tecnici non son riuscito a mostrarla venerdì, come avrei voluto.