domenica 11 gennaio 2009

L'ultimo gioco in città (LE SCOMMESSE SONO CHIUSE)

II — TARGETS

Vedere qualcuno nel momento in cui muore, di morte improvvisa. Questo è di per sé un motivo per rimanere attaccato allo schermo. È istruttivo, guardare un uomo colpito a morte mentre guida tranquillamente la macchina in una giornata di sole. Dimostra una verità elementare, che ogni respiro che fai ha due possibili conclusioni. E non è tutto. Comunque qui si cela una burla, un crudele sberleffo che in fondo sei disposto ad apprezzare anche se la cosa ti fa sentire un po' in colpa. Forse la vittima è un babbeo, una specie di tonto da film muto, tipicamente scalognato. Se l'è voluta, in un certo senso, per essersi lasciato riprendere dalla videocamera. Perché una volta che il nastro comincia a scorrere può finire soltanto in un modo. Questo è quanto richiede il contesto.
Don DeLillo, Underworld (traduzione di Delfina Vezzoli), Einaudi, Torino 1999, p. 166.

Ho estrapolato tre inquadrature da una sequenza, e ho tolto quel che si trovava in mezzo e la colonna audio. Indovina il titolo del film entro mercoledì e riceverai tre pallottole full metal jacket. Altrimenti aggiungo il sonoro e ti faccio secco con due sole pallottole. Poi venerdì ristabilisco l'integrità del filmato, ma mi incazzo da bestia e ti stendo con una pallottola in mezzo agli occhi.



P.S.: Ti ricordo che le regole de L'ULTIMO GIOCO IN CITTÀ™ sono depositate presso il notaio Altamante Fruzzetti e possono essere consultate qui. Se non sai maneggiare il fucile e preferisci una pistola, sei un uomo morto e vai a fare da tirassegno a San Miguel.

ATTENZIONE: LA PARTITA SI È CONCLUSA DOMENICA 11 GENNAIO ALLE 15.40.
LA SOLUZIONE ERA "DISTRETTO 13 — LE BRIGATE DELLA MORTE" ("ASSAULT ON PRECINCT 13", 1976), SECONDO E MIGLIOR FILM DI JOHN CARPENTER, ALMENO SECONDO ME. IL VINCITORE È LO SCATTANTE "AFASOL", CHE SI PIAZZA IN TESTA ALLA GRADUATORIA.

LA PROSSIMA SFIDA SI TERRÀ DOMENICA 18 GENNAIO.

L'ULTIMO GIOCO IN CITTÀ.
GRADUATORIA

afasol: 3 pallottole.
arcomanno: 2 pallottole.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Distretto 13: le brigate della morte (John Carpenter 1976)
[probabilmente noto ai più col titolo originale di "Assault on precinct 13"]

afasol
(d'ora in poi in minuscolo perché mi hanno suggerito di mantenere un basso profilo -anche se non so cosa significhi esattamente)

alt ha detto...

Sei proprio bravo, lasciatelo dire, inutile che mantieni un basso profilo.
Del resto, chi mai te lo ha suggerito? E infine, se poco mi dà niente, la tipica cosa da non scrivere MAI su un blog è la frase: "Scusa, ma noi ci conosciamo?". Ma siccome io me ne stracatafotto delle regole, mo' te lo chiedo, e puoi anche rispondere in altra sede, come indicato nel mio profilo, più fracassato che basso.

gegio ha detto...

A vedere il fotogramma avrei detto un vecchio film dei '70 con Jack Nicholson, ma non ricordo quale.
Il Torneo dei film ha un nuovo questionario, quasi tutto di commedie:
http://spreadsheets.google.com/viewform?key=p8mk30RmJiA2QaNCc017tMg&hl=it

alt ha detto...

Guarda che non è un fotogramma, ma una sequenza, e il film è già stato indovinato da afasol, lo Sherlock Holmes di questo (mentre Arthur Gordon Pym è Bianca, che te lo dico a fa').

Anonimo ha detto...

Gordon Pym non è nessuno senza Augustus Barnard di Nantucket.

Bianca

alt ha detto...

Alimentare, caro Watson.

Anonimo ha detto...

Audentes fortuna iuvat. Per questo film, per questa volta. Si dà il caso che Carpenter mi intrighi.
No, non ci conosciamo. D'altronde sono coetaneo di un tizio, metà capraio metà giornalista, la cui età si deduce dall'intestazione della carta igienica elettronica 4 veli di morbidezza su cui scarabocchia quand'è seduto in riva al Tevere: http://cinemascope85.wordpress.com
(mi si consenta di occultare pubblicizzarmente l'amico; avverto però che ahinoi in genere dà i numeri e che tali numeri devono essere presi con beneficio d'inventario perché come dice James Bondi in minculpop: "Numbers were never my strong suit")
Eppoi mi occupo della materia della quale eminenti luminari sono Terzilli e Sassaroli e solo occasionalmente mi lascio stupefare dalla settima arte.
Eppergiunta vivo lungo (e per lungo intendo proprio lungo) l'Adriatico.
Altre età, altri mestieri, altre piagge. Quindi ribadisco quanto sopra: puro caso (o forse puro caos come quello che c'è nella mia testa) se ogni tanto c'azzecco. Puro caso se sono capitato su queste pagine (par ailleurs excitants comme un café bu à minuit).

...au revoir
afasol

alt ha detto...

A presto, caro afasol, e scusa l'indiscrezione (tanto non ho capito niente: un medico di appena vent'anni, con ironia e cultura di uno di quaranta, bell'autoritratto chimerico).
Carpenter era un grande, anche se ormai è un po' marcio, e quel film secondo me è un vero capolavoro. Pubblicità per pubblicità, ti invito ad andare a rivederne un'altra scena.

gegio ha detto...

A quando il prossimo? Mi intriga abbastanza questo gioco....
Sono qui per avvisarti che nel Torneo ripropongo i film dell'ultimo questionario in quanto ci sono state delle polemiche su come ho messo i film uno contro l'altro. Se hai cinque minuti passa a dare le tue preferenze:
http://spreadsheets.google.com/viewform?key=p8mk30RmJiA04merBv85iSQ&hl=it