lunedì 26 ottobre 2009

L'ultimo gioco in città (LE SCOMMESSE SONO CHIUSE)

XXXI — IL FUNERALINO

Tre bisous a chi riconosce il film da cui ho estratto questo spezzone senza sonoro. Nuovi indizi giovedì e sabato, ma allora sarò meno affettuoso.
AGGIORNAMENTO (giovedì 29 ottobre): Filmato più lungo, sempre senza sonoro. Un bisou di meno.
AGGIORNAMENTO (sabato 31 ottobre): I french kisses sono finiti tutti in questo lungo racconto morale. Ormai ne resta solo uno.



LA PARTITA SI È CONCLUSA SENZA VINCITORI.
LA SEQUENZA ERA TRATTA DA ARIANNA (LOVE IN THE AFTERNOON, 1957) DI BILLY WILDER. ECCOLA CON L'AUDIO RIPRISTINATO.
LA PROSSIMA SFIDA SI TERRÀ LUNEDÌ 2 NOVEMBRE (MI ASPETTO GLI AUGURI, EH?).

9 commenti:

maxeramax ha detto...

Et voilà bonne soire..!
Come va nel regno dell'oltretomba ?
Troppo bravi Ark e Bianca.
Ma di questi tempi due bacetti da una vedova...Magari clicquot, non farebbero male.

Strana voglia di una vedova
Un film di Jacques Poitrenaud.

Ma sento che la chiave sta nel FUN...

maxeramax ha detto...

Los Angeles, 21:12
POLANSKI: VITTIMA REGISTA RIBADISCE RICHIESTA ARCHIVIAZIONE
Samantha Geimer, la tredicenne stuprata da Roman Polanski nel 1977, ha chiesto alla Corte di Appello di Los Angeles di archiviare il caso perche' "non ne puo' piu'". La donna, che oggi ha 45 anni, da quando il 26 settembre Polanski era stato arrestato in Svizzera su richiesta della procura californiana, ha confessato che la sua vita e' diventata un inferno e non vede l'ora di tornare nell'anonimato in cui era vissuta finora.

Quando la giustizia crea più vittime del delitto stesso.

Stenelo ha detto...

on sapevo che la Geimer avesse ribadito la sua richiesta d'archiviazione. In compenso pochi giorni fa gli USA hanno fatto domanda ufficiale di estradizione. Quel che non ho capito è quale sia la pena massima, c'è chi parla di due anni, chi di cinquanta.

Riprova, è un film più famoso, Max!

maxeramax ha detto...

La sposa in nero di Francois Truffaut


Due anni è il minimo, 50 il massimo.
Su queste cose non c'è da dire nulla. Poi, c'è troppa follia nell'aria in questi giorni.

Stenelo ha detto...

No, il Truffaut è a colori.
Sì, sulla follia nell'aria sono d'accordo, e non solo in questi giorni. Però quel che conta sono i casi singoli, e le procedure. Hai dato un'occhiata al documentario di Zenovich?
(Sugli anni, sei sicuro? Io avevo letto che c'erano due interpretazioni diverse della pena massima che potrebbe colpire Polanski, ma forse ho capito male.)

DNAcinema ha detto...

ciao! ha aperto i battenti il nuovo portale di cinema direttamente dagli studios di Cinecittà. News, recensioni, anteprime, foto, video e tanto altro ancora; e se vuoi collaborare con noi scrivendo recensioni scrivici @ dnacinema@yahoo.it http://dnacinema.blogspot.com/ P.S. Complimenti per il blog, ottimo lavoro! (saresti daccordo per un'affiliazione? ci terrei particolarmente...) A presto! Lorenzo

Stenelo ha detto...

Lorenzo, grazie per il commento, ma purtroppo ci sono punti poco chiari. Parli di collaborazione a pagamento? Che cos'è un'affiliazione?
P.S.: Grazie anche dei complimenti (ma definirlo "lavoro" mi sembra un tantino iperbolico, eh).

bianca ha detto...

Con una Parigi così assolata, spietata… "Le signe du lion" (1959) di Eric Rohmer, può essere?

Stenelo ha detto...

Buon tentativo, ma non è un Rohmer.