lunedì 13 settembre 2010

L'ultimo gioco in città (LE SCOMMESSE SONO CHIUSE)

XXXII — IL BILICO (BICCHIERI 3)

— Come lo vuole il suo brandy?
— In un bicchiere.
Il generale Sternwood (Charles Waldron) e Philip Marlowe (Humphrey Bogart) nel Grande sonno (Howard Hawks, 1946).

Tre cicchetti a chi riconosce il film da cui è estratto questo fotogramma. Nuove immagini giovedì e sabato, ma allora i cicchetti me li berrò da solo. Uno per uno.
AGGIORNAMENTO (giovedì 29 luglio): Nuovo fotogramma. Due rovesci della patacca in palio.

gioco322010.jpg


ATTENZIONE: La partita si è conclusa martedì 14 settembre alle 16.58. Bianca ha riconosciuto L'ombra del dubbio (Shadow of a Doubt, 1942) di Alfred Hitchcock. Se la memoria non m'inganna, era il film preferito dal maestro.
La prossima sfida si terrà lu
nedì 20 settembre. Del 2010. Credo.

L'ULTIMO GIOCO IN CITTÀ.
GRADUATORIA
arco: 8 cicchetti.
oscar amalfitano: 8 cicchetti.
Strelnik: 8 cicchetti.
bianca: 6 cicchetti.
nessundorma: 6
cicchetti.
Janie Jones: 3 cicchetti.
dario: 1 cicchetto.

17 commenti:

Anonimo ha detto...

E' molto facile. Basta trovare l'attore che ha il polpastrello del pollice destro attraversato da un'inspiegabile depressione.

Altamante

Anonimo ha detto...

Quello che Altamante chiama "inspiegabile depressione", ad un più attento esame risulta chiaramente essere il segno lasciato dal contatto del polpastrello del pollice destro con il cane di una Colt Detective Special. L'attore ha dunque appena caricato il suo revolver. Ma ha sparato? E l'arma, dov'è finita? E il cane?

Queste sono le domande inquietanti che si aprono.

Altamente

Stenelo ha detto...

Ed ecco a voi i fratelli Fruzzetti, figlio di un zio minore.

maxeramax ha detto...

Sten. Aggiornamento Giovedì 29 luglio ? Hai passato bene, le vacanze, vedo.

E' un western.
Carovana d'eroi.
Un film di Michael Curtiz. Con Humphrey Bogart, Miriam Hopkins, Randolph Scott, Errol Flynn Titolo originale Virginia City.

Ah, dovresti vedere me. Dopo le vacanze. Casalinghe.

Stenelo ha detto...

Ti adoro.
"Carovana d'eroi."
Max, ti adoro.
No, non è un western.
Oh, guarda: a testimonianza postuma di zombi Nardini: non correggo neppure una virgola. Pensa che non l'ho neppure capita subito, la storia del 29 luglio. Per dire lo stato.
Ah, NON dovresti vedere me.

Strelnik ha detto...

Ha sparato, ha colpito?
Se il dubbio può essere questo proverei con "L'uomo che uccise Liberty Valance".

Stenelo ha detto...

Sai dove finito cane di pistola? Hai cane? Tu scrive a Sami Peterlin, allora! Lui zerca.

Tu invece non ha trova quisito. Tu riprova. Dopo di scrive a Sami di cane, però.

arco ha detto...

Io vorrei sparare ma ho lasciato il cane da qualche parte e non mi ricordo dove. Mi sa che aspetterò giovedì 29 luglio dell'anno prossimo. Un saluto a tutti i giocatori e agli Zombi Nardinati (c'è da cambiare l'acqua al gusano?).

Strelnik ha detto...

Io ha scritto sami, ora attende indizio e poi ritorna in cine vacci tu per nuovo tentativo.

Strel

bianca ha detto...

Prima che zio Carlo s'inciucchi, provo a darmi una mossa: è "L'ombra del dubbio" di Hitch?

Gegio ha detto...

Sembra Casablanca, almeno, da piccolo cinefilo che sono, è Rick/Bogart che ha saputo della sua amata Ilsa e inizia a disperarsi...o forse l'ha già incontrata...

Stenelo ha detto...

"Sin dude, sin dude" come direbbe Jesus Quintana.
"A essere sincero ho visto un'ombra" direbbe la marmotta Phil.
"No collide forte dubbio" direbbe Sami Peterlin. Il titolo del suo post, stamane, suppongo sia un puro caso, ma immaginatevi la mia sorpresa nel leggerlo immediatamente dopo il commento di Strelnik, con appeso quello strano "dubbio".

Stenelo ha detto...

Scusa Gegio, i nostri commenti si sono accavallati. La soluzione esatta l'ha trovata Bianca.

sami peterlin ha detto...

Io dichiara me stesso innocente, prego voi crede o stimato Stentubo me defenestra da blog i rinchiude me in reticolo sociale per sempre di sempre i butta via password.

Io zerca cane. Io ha premura.

Saluto.

bianca ha detto...

Io ha tanta di gioia e desidera di spezzettarla a tutti amici chi sono tristi i sturbati. Io ha letto ora supplìcia di Sami, e conferma chi Sami è innocente: Sami solo zerca cane. Il bilico non c'era più dopo chi ha mirato i belli di bicchieri e tazze di fantasia in tavolata di zio capo di tavolata, chi dice no, no, vedova no essere essere di uomo. Io usa punto di interrogazione a piacere, voi sa.

bianca ha detto...

Fiùùù, innocente anch'io, meno di male. 'Notte, zombi, grazie di zioco.

Stenelo ha detto...

— E non dimentichi mai: tutti colpevoli.
— Anche i poliziotti?
— Tutti gli uomini, signor Mattei.
L’ispettore generale (Paul Amiot) e il commissario Mattei (André Bourvil) in I senza nome (Le cercle rouge, 1970) di Jean-Pierre Melville.