giovedì 31 luglio 2008

Chiuso per ferie (di niente, di meno)

Saccà mi ha fatto una guerra spietata ma se fossi stato nei suoi panni avrei fatto esattamente allo stesso modo. È stato un vincente. E per questa ragione posso dire di averlo rivalutato alla grande.
Giovanni Minoli, direttore di RaiEducational in vacanza a Lipari, 28 luglio 2008.

Adolf Hitler? “Pazzo ma genio.” Soprattutto perché non mise mai le mani nelle tasche… dei tedeschi. “Ha alleggerito le tasse anche durante la guerra.” Certo, “è vero che poi faceva il saccheggio contro gli ebrei”, ma questo perché il suo ministro del tesoro “non sapeva dove trovare una lira”. La Shoah ridotta a questione di deficit/Pil? Tutto il contrario di quel “coglione” di Prodi, schiavo “dell’iper ideologia dell’estrema sinistra”, che non pensa altro che a tassare gli italiani. Molto si è detto e scritto su Agostino Saccà, non che fosse appassionato di storia.
Francesco Bei, Saccà e le tasse di Hitler: “Un pazzo ma geniale, non le alzò neanche in guerra”, “la Repubblica”, 30 luglio 2008, p. 12.

Se il nostro tempo fosse una frase, non avremmo la minima idea circa il suo eventuale significato, ma sapremmo senza incertezze dove mettere gli spazi fra le parole.
Stefano Bartezzaghi, Staccare, “la Repubblica”, 30 luglio 2008, p. 44.


Questo blog stacca. Riattaccherà a settembre. Guida piano, lavati i denti due volte al giorno, rivaluta alla grande i programmi estivi di RaiFiction e RaiEducational, e al cinema vacci tu.



2 commenti:

desaparecida ha detto...

vedi di ripartire da un bel gioco che sto ancora a zero

alt ha detto...

Farò del mio meglio per deludere tutti.